Immagine non trovata

 

Premio 2020 - prima edizione

Regolamento

ARTICOLO 1. L'Archivio Sardo di Scrittura Popolare - costituito nell'ambito dell'Istituto Sardo di Scienze, Lettere e Arti -   ha lo scopo di  raccogliere, catalogare e rendere consultabili storie di vita vissuta di uomini e donne appartenenti soprattutto a ceti sociali medio bassi (contadini, pastori, artigiani, operai, casalinghe, etc.),  raccontate in forma scritta e orale. L’Archivio si propone di costituire, a livello regionale,  una banca della memoria popolare, un luogo fisico di raccolta e catalogazione di testi e testimonianze orali e di promuovere, inoltre, ricerche, studi e seminari dedicati alle problematiche teoriche e metodologiche della scrittura popolare. L'obiettivo è quello di sottrarre al rischio dell'oblio e della perdita quel patrimonio ricchissimo di scritti sul vissuto popolare  che giacciono normalmente nei cassetti.

ARTICOLO 2.La finalità del Premio è quella di favorire l'acquisizione, in forma massiva e periodica, di materiali concernenti storie di vita vissuta,  raccontate in forma scritta  e orale (diari, lettere, memorie, racconti, libri di famiglia, quaderni di scuola, poesie, preghiere, testimonianze orali, etc.).

ARTICOLO 3. Coloro che intendono partecipare dovranno compilare il modulo di partecipazione allegato al regolamento, fornendo una serie di informazioni e dichiarazioni che si ritengono essenziali ai fini della partecipazione al premio e dell'affidamento dei materiali all'Archivio.  I testi potranno essere presentati/depositati dagli autori degli stessi a da altre persone che li detengono a titolo di proprietà (es. eredi).

ARTICOLO 4. I testi, corredati del modulo di partecipazione, dovranno essere inviati entro il termine del 30 settembre 2020(data del timbro postale) al seguente indirizzo: Archivio Sardo di Scrittura Popolare, c/o Gian Battista  Fressura - Viale Umberto, 124 - 07100 SASSARI

ARTICOLO 5:

  • i testi dovranno pervenire in originale oppure in fotocopia;
  • ciascun testo dovrà essere inviato in duplice copia;
  • la versione digitale del testo, se esiste, può essere inviata in allegato alla versione cartacea;
  • si possono allegare ai testi fotografie risalenti all’epoca dei fatti narrati;
  • le copie, se non rilegate, vanno presentate in formato A4, o comunque in un formato uniforme;
  • si possono presentare anche testimonianze orali, su supporto digitale e con trascrizione del testo;
  • non è ammessa la possibilità da parte di uno stesso autore di partecipare al Premio  con due testi;
  • i testi pervenuti non saranno restituiti, ma verranno depositati in modo permanente nell’Archivio.

ARTICOLO 6. Gli scritti partecipanti al concorso saranno valutati in base alla loro genuinità originale.  Si raccomanda a tal fine di rispettare la forma originaria del testo, senza apportare modifiche, tagli, correzioni o altre forme di rielaborazione.

ARTICOLO 7. Non sono ammessi alla partecipazione al concorso:

• i testi già pubblicati. L'Archivio si riserva tuttavia di ammettere al concorso gli elaborati stampati in tiratura limitata;

• tutte le opere di fantasia.

ARTICOLO 8. L’opera ritenuta più meritevole, secondo il parere insindacabile della Giuria, sarà premiata con la pubblicazione presso un editore scelto dall'Archivio. Quest'ultimo potrà promuovere la pubblicazione anche di altri testi oltre a quello vincitore del Premio. L'Archivio si riserva inoltre il diritto di utilizzare i testi depositati per i propri fini istituzionali di studio e di divulgazione (tesi di laurea, citazioni di brani per articoli o pubblicazioni ecc.).

ARTICOLO 9. La Giuria  potrà stabilire,  oltre all'assegnazione  del Premio, menzioni o segnalazioni speciali per altre opere concorrenti.

 

Ulteriori informazioni possono essere richieste alla Segreteria del Premio: Gian Battista Fressura–gbfressura@tiscali.it - cell. 349 0672732.

 I documenti del Premio (Regolamento e modulo scheda partecipazione) sono pubblicati nel sito:

https:// archiviopopolare.issla.it

Ultimo aggiornamento

Venerdi 11 Settembre 2020